Chi sono

Ciao, ti do il mio personale benvenuto su CapireLaMatematica.it, il primo sito dedicato alle scuole medie per aiutare i nostri figli a ottenere la sufficienza in matematica.

Sabato De Simone, amministratore del sito Capire la MatematicaMi chiamo Sabato De Simone, ho trentasei anni e già da piccolino davo del “tu” alla matematica. Prima di diventare ingegnere, però, non ti nascondo che a scuola ho anche zoppicato in questa materia.

Questo perché alle medie non ricevetti buone basi e alle superiori ebbi 5 professori diversi che determinavano il mio rendimento a modo loro, nel bene e nel male.

Per fortuna di amici e parenti sono sempre stato “quello bravo” 🙂 a spiegare la matematica. Ricordo con molto affetto il primo risultato: fu la sera in cui una mia cugina più piccola, da sempre in difficoltà, mi chiese una ripetizione-lampo per il compito in classe del giorno dopo. Visto il pochissimo tempo, le spiegai con discorsi molto “potabili” i meccanismi degli esercizi.

Dopo qualche settimana, non stava nella pelle: 9 al compito. Nove!

La sfida più difficile

Qualche anno dopo iniziai con la mia “allieva” più difficile. Se sei genitore anche tu, sai bene di cosa parlo: mia figlia pre-adolescente. 🙂

Con mia crescente frustrazione, purtroppo non riuscivo a ripetere con lei il “miracolo cuginetta”. Inoltre l’abbiamo accompagnata a tre doposcuola diversi in tre anni di scuola media, ma la matematica “non le entrava”, come dicono sempre tanti genitori.

Questa frase a me non è mai andata giù, ma intanto puoi immaginare i sensi di colpa per non saper come aiutarla. I voti sempre cattivi e la disperazione su questa materia non aiutavano certamente la sua autostima.

La domanda per me era quasi fissa: «Come aiutare mia figlia in matematica?»

Ma in un periodo di rassegnazione anche mia, a un certo punto provai ad ascoltarla di più, sia nella vita di tutti i giorni, sia chiedendole come mai la matematica le dava tutta quell’ansia.

Solo così, da genitore all’ascolto prima che da ingegnere alla spiegazione, potei comprendere il problema della matematica, non solo suo ma di tantissimi adolescenti.

Diventato più solidale a lei, riprovai ad aiutarla cambiando il mio metodo.

🙁 L’errore che commettevo in precedenza era di ostinarmi a “spiattellarle” la mia conoscenza dando per scontato che lei mi seguisse. Inoltre non riuscivo a nasconderle il mio avvilimento 😕 quando trovavo sempre le stesse vecchie lacune, che le facevano fare sempre gli stessi errori.

😉 Ma quella fu la volta in cui iniziai a capovolgere tutto. Usai un linguaggio molto più semplice e diretto, ma soprattutto ero finalmente concentrato sulla sua condizione in matematica, sulle sue risorse e sulla ricerca del modo in cui lei avrebbe voluto ricevere l’aiuto.

Cominciammo a maggio. Le davo spiegazioni per un’ora e mezza a settimana e le consigliavo (senza “assegnare”) quali esercizi svolgere in totale autonomia.

A fine anno fece per la prima volta una buona interrogazione! La professoressa, che l’aveva inquadrata da tempo, quel giorno dovette aver ingoiato un gran rospo. 😀 Mia figlia non prese il debito e questo per lei significò tantissimo: l’estate libera.

Ma in quanti genitori ci chiediamo «Come aiutare mio figlio in matematica?»

Perché triboliamo impotenti per l’ansia dei nostri figli con la matematica?

Ripensavo spesso a quanti ragazzini hanno problemi a scuola sempre con questa matematica, fino a quando misi a fuoco una grande verità: non è giusto! Non è giusto che questa materia fondamentale nell’istruzione sia negata ai ragazzi, da parte della scuola, unicamente perché è quella più difficile da insegnare.

Sì, è difficile da insegnare, e non da imparare come invece si sente spesso dire. 😯

Il percorso da genitore con la matematica è stato faticoso, come potrai immaginare. Dietro alla matematica che affligge i ragazzi c’è un’importante serie di cause ben precise che, di riflesso, rendono più difficile anche il nostro rapporto genitori-figli. Le avessi conosciute prima…!

Se anche tu ti chiedi spesso «come aiutare mio figlio in matematica?» e desideri conoscere tutti i perché di voti bassi e ansia, trovi tutte le risposte raccolte in una guida per genitori, da ricevere proprio adesso sul tuo smartphone o computer. Clicca qui e accedi alle 7 cause del “disastro” in matematica. A fra poco!

Informativa sui cookie. Per funzionare al meglio, questo sito usa i "cookie". Continuando a visitarlo, dichiari di acconsentire al loro uso secondo la policy dei cookie (clicca sul link per i dettagli).

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco